AMSES
logo AMSES

Con AMSES puoi sostenere a distanza un bambino o una bambina di Capo Verde.
AMSES sostiene i bambini più bisognosi, lasciandoli inseriti nel contesto delle loro famiglie e delle loro culture locali.

progetto Vigna Maria Chaves

Realizzata su di un terreno di 36 ettari donati in comodato d’uso dal governo capoverdiano di cui solamente 23 è stato possibile utilizzare sul quale nell’anno 2009 sono state messe a dimora 100.000 barbatelle.

Progetto Casa Manuela Irgher

La Casa Manuela Irgher è una casa d’accoglienza che ospita madri e donne sole in difficoltà in una delle realtà più povere dell’arcipelago di Capo Verde.

Progetto pescatori Fogo e Brava

Ad oggi, nel porto di São Felipe è già in funzione il primo modello di “marsupio” realizzato per venire incontro alle esigenze dei pescatori.

Progetto case del sole
Progetto
Casas do Sol
Progetto Negozio Solidale
Progetto
Negozio Solidale
Progetto Adega de Monte Barros
Progetto
Cantina di Monte Barro
Casa Amicizia
Progetto
Casa Amicizia
Progetto Auditorium Padre Pio Gottin
Progetto
Auditorium Padre Pio Gottin
Progetto acqua minerate Agua do Fogo
Progetto
Acqua minerale Agua do Fogo
Progetto
Ristorante Odjabrava
Progetto
Centro Mamma Pina
Progetto Lavanderia
Progetto
Lavanderia
Progetto scuola enologica
Progetto
Scuola Enologica
Progetto pasta e sapone
Progetto
Pasta e sapone
Progetto Centro Socio Sanitario Ospedale San Francesco d'Assisi
Progetto
Centro Socio Sanitario Ospedale San Francesco d’Assisi
Progetto
Ristorante Odjabrava
Progetto
Centro Mamma Pina
Progetto scuola enologica
Progetto
Scuola Enologica
Progetto Centro Socio Sanitario Ospedale San Francesco d'Assisi
Progetto
Centro Socio Sanitario Ospedale San Francesco d’Assisi

PADRE OTTAVIO FASANO

50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

e di costante impegno umano, sociale e spirituale per questo popolo che da sempre ha lottato e lotta contro la siccità

PADRE OTTAVIO

50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

Noi, frati cappuccini piemontesi, fin dal 1947 abbiamo fatto la scelta,  come più volte ripetuto dall’ex-Presidente della Repubblica, dott. Antonio Mascarenhas,  di  “vivere con la gente e per la gente di queste isole”.

PADRE OTTAVIO

50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

Con l’attività ospedaliera abbiamo salvato centinaia di vite umane e questo rallegra ancora oggi le nostre persone. Ora stiamo lavorando  intensamente su molti fronti, dalla grande scommessa della Vinha de Maria Chaves allo sviluppo di un turismo consapevole, sostenibile e solidale; da Casa Manuela Irgher agli asili sparsi sull’arcipelago.

PADRE OTTAVIO

50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

Crediamo che tutto questo darà frutti positivi ed abbondanti per l’economia di questa terra.

Notizie

IscriviTi al canale Youtube

Please accept preferences, statistics, marketing cookies to watch this video.

SeguiCi su Facebook

Please accept preferences, statistics, marketing cookies to watch this video.

SeguiCi su Instagram

  1. Padre Ottavio

    PADRE OTTAVIO

    50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

    I primi anni in famiglia

    Domenico Fasano nasce il 12 ottobre 1936 a Racconigi. È il terzo di quattro figli. Aveva 11 anni quando il papà, meccanico aeronautico che aveva una sua officina, perde la vita investito da un camion, il 7 maggio 1947. Un episodio che segna il suo carattere e le future scelte della sua vita.
  2. Padre Ottavio Fasano

    PADRE OTTAVIO

    50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

    La scelta religiosa

    A 13 anni entra in seminario a Bra. Diventato frate cappuccino e compiuti gli studi teologici è ordinato sacerdote il 25 febbraio 1962. Prende il nome di Ottavio.

    L’anno successivo viene nominato Segretario delle Missioni Estere, che sotto il suo impulso creativo diventa il motore propulsore di tutta la realtà solidale di Capo Verde.

  3. Padre Ottavio Fasano

    PADRE OTTAVIO

    50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

    Dalla contestazione giovanile a una nuova sensibilità

    Nel 1970 padre Ottavio fonda con un gruppo di giovani e di volontari torinesi la Cooperativa SPES, azienda dolciaria con sede a Torino, nel comprensorio del convento dei Frati Cappuccini. L’idea è quella di cooperare in modo solidale e continuo con l’arcipelago di Capo Verde.
  4. Padre Ottavio Fasano

    PADRE OTTAVIO

    50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

    L’approdo in tv

    La passione per la fotografia di padre Ottavio diventa presto passione per la televisione. Nel 1982, grazie al supporto dell’allora Direttore Tecnico della RAI di Torino, l’ing. Mario Bollito e dei suoi collaboratori, nasce la NOVA-T, casa di produzione di programmi televisivi a carattere ecclesiale, didattico e culturale che pone l’attenzione sui Paesi in via di Sviluppo, allora molto trascurati dai mass media, con l’obiettivo di dare voce a chi non ce l’ha.
  5. Padre Ottavio Fasano

    PADRE OTTAVIO

    50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

    Evangelizzare attraverso formazione, cultura e sostegno economico

    Nel 1992 padre Ottavio avvia una libreria con annessa cartoleria nella cittadina di Mindelo sull’sola di São Vicente. Nello stesso anno, sempre con l’aiuto e il supporto tecnico dell’ing. Mario Bollito della RAI di Torino dà vita a Radio Nova, la radio dei Frati Cappuccini per la formazione e l’informazione dei cittadini, trasmettendo cultura e intrattenimento 24 ore su 24, tutti i giorni, in tutto l’arcipelago di Capo Verde.
  6. Padre Ottavio Fasano

    PADRE OTTAVIO

    50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

    I grandi progetti sociali

    È un decennio di grande fermento operativo e progettuale per padre Ottavio. Incomincia a promuovere iniziative sempre più mirate alle isole di Fogo e di Santiago.

    La sua convinzione, motivata dal suo percorso di vita missionaria e di fede, è quella di guardare al coinvolgimento del maggior numero di laici e di professionisti che possano mettere al servizio dei più poveri di Capo Verde il proprio tempo e le proprie capacità.

  7. Padre Ottavio Fasano

    PADRE OTTAVIO

    50 ANNI DI MISSIONE A CAPO VERDE

    Il consolidamento di un progetto di vita

    Padre Ottavio vive costantemente tra Italia e Capo Verde per consolidare il ponte di solidarietà tra Europa e Africa. Il suo convento in Piemonte è quello di Bra, la sua casa capoverdiana è a São Felipe nell’isola di Fogo.
Iscriviti

E rimani informato con la nostra
Newsletter