AMSES
logo AMSES

PROGETTO CASA MANUELA IRGHER: aiuta le mamme sole e i loro bambini
Logo Casa Manuela Irgher

L'Idea

La Casa deve il suo nome ad una ragazza deceduta in un incidente a seguito del quale i genitori hanno devoluto alla nostra associazione una consistente somma di denaro: l’armonia che pervade nella Casa, le attività svolte, gli schiamazzi e le risa dei bambini sono un segnale che la vita, pur tra mille difficoltà, continua il suo cammino.

Il progetto

La Casa Manuela Irgher è una casa d’accoglienza che ospita madri e donne sole in difficoltà in una delle realtà più povere dell’arcipelago di Capo Verde, il territorio di Santa Cruz nell’isola di Santiago. Può ospitare un massimo di cinque nuclei familiari e la loro permanenza varia dai sei agli otto mesi.

Tre giovani capoverdiane formate in Italia come Educatrici seguono le mamme ospitate con l’obiettivo di promuovere la relazione tra mamma ed il suo bambino, di traferire conoscenze nel campo dell’igiene, della salute e dell’alimentazione e di preparare il loro reinserimento nel tessuto sociale. Al fine di seguire al meglio le mamme nell’arco della giornata, le tre ragazze sono state affiancate da altre tre giovani formate ‘sul campo’.

Con lo scopo di agevolare le ragazze ospiti ad intraprendere un loro percorso economico, la Casa ha siglato ‘accordi preferenziali’ con l’Istituto Professionale della città. Ha lasciato tutti sgomenti quando una mamma ha conseguito a pieni voti, nei tempi programmati, il Certificato di Muratore. Era il suo sogno! Ora lavora in un mondo prettamente maschile, ma si fa valere con cognizione di causa.

Analogamente sono stati concessi micro-crediti ad alcune mamme finalizzati all’acquisto di apparecchiature e quant’altro necessario per allestire piccoli ‘salao’ da parrucchiera. Il trattamento dei capelli è una delle attività dominanti per le donne capoverdiane ed una delle più ambite.

Mentre le mamme ospiti della Casa si sono dedicate alla gestione dell’orto per vendere al mercato il sovrappiù della produzione, le Educatrici, a turno, hanno partecipato ad attività formative in congiunto con l’ospedale locale seguendo corsi di primo soccorso, prevenzione  e studio delle malattie sessualmente trasmissibili, gravidanze premature.

Testimonianze

Canzone delle Operatrici di Casa Irgher

“Sto raccontanodo una cosa,
sto raccontando una storia,
storia che è stata realtà.
Una giovane che aveva un sogno,
aiutare la società,
che era piena di umiltà,
amore e solidarietà.
Manuela Irgher
sei mancata e rimasta tra di noi
Manuela Irgher
sei rimasta nella nostra memoria”.